img-news_05-03-17
08 Mar

Casa: con 10 “trucchi” 83 mq sembrano più grandi

Prosegue l’elenco dei 10 trucchi da noi proposti per rendere un appartamento percettivamente più grande di quanto in realtà è. Buona lettura!

TRUCCHI

4) Il divano in due
L’imbottito – in pelle tonalità avorio – è composto da due moduli accostati disposti ad angolo: sono l’ideale per delineare la zona salotto senza ricorre a divisori fissi che restringerebbero lo spazio, limitando anche la luce. E, quando occorre, gli elementi si separano.

5) Mensole sospese
Il mobile giorno è una composizione che, nell’insieme, suggerisce l‘idea di leggerezza: dal colore che quasi si mimetizza con le pareti, alle mensole di cui è formata, che sembrano sospese. Perfetta per avere piani d’appoggio di fronte alle sedute del salotto, ma dall’impatto visivo praticamente nullo.

Il leitmotiv del progetto trova la sua massima espressione nella zona pranzo, con il tavolo bene in luce in asse con la portafinestra, protagonista dello spazio. Spezzano l’uniformità due nicchie a parete ricavate nello spessore della muratura, che è stato ottenuto con l’applicazione di lastre in cartongesso.

6) Tavolo in vetro
In questo caso è proprio la scelta giusta: completamente trasparente, e quindi di impatto visivo minimo, e luminoso perché riflette bene la luce, è un elemento d’arredo discreto ma particolare. Si accosta con eleganza al bianco e al metallo delle sedie. E poi è davvero pratico perché si può allungare.

Un acquario decora la parete in pietra dell’ingresso. Realizzato per apparire come un elemento a sbalzo, è in realtà sorretto da sostegni incassati nella muratura. Anche i cavi per l’illuminazione interna e per il circuito idrico sono canalizzati nel muro, grazie a un’intercapedine interna che ha permesso di alloggiarli.

La cucina è una composizione a U aperta e rifinita in alto da un ribassamento retto da putrelle in ferro e uniformato al colore di queste. Il controsoffitto serve anche a ricavare un vano tecnico, necessario per le componenti del sistema di aspirazione della cappa sospesa e dell’impianto di illuminazione.

7) Piano cottura
A incasso filo top e del tipo a induzione elettrica (quindi privo di spargifiamme e griglie), forma un’unica superficie liscia con il piano di lavoro. È posizionato sul lato libero – a penisola – della cucina e l’assenza della parete e dello schienale contribuisce all’essenzialità dell’insieme.

A presto con l’ultima parte!!

 

Leave a comment