ok
21 Feb

Laminato o laccato? Quale tra questi due materiali scegliere per la tua cucina? 

C’è solo un modo per scoprirlo: conoscere pregi, difetti, caratteristiche e manutenzione di ogni tipologia. Le cucine con ante in laccato e in laminato non hanno una così evidente diversità dal punto di vista dell’impatto estetico, ma differiscono soprattutto quanto a caratteristiche.

Il laminato è un rivestimento a base di fogli impregnati con resine fenoliche normalmente applicati a pannelli di origine lignea. La tipologia più diffusa è chiamata laminato HPL, acronimo di high pressure laminate, perché i fogli sono incollati tra di loro attraverso una forte pressione in combinazione con il calore, gli spessori possono variare da 0,6 a 1,2 mm. Materiale resistente, igienico e impermeabile, il laminato ti offre possibilità illimitate di finiture e tonalità. E’ possibile optare per versioni opache, lucide o goffrate, ma soprattutto il laminato è più economicho e permette di imitare perfettamente il legno. L’utilizzo di collanti poliuretanici molto resistenti ad acqua, umidità, calore e vapore comporta soltanto la necessità di limitati interventi di pulizia per delle ante così protette. Infatti per una normale manutenzione del laminato è sufficiente un panno morbido ed un prodotto detergente specifico, oppure più semplicemente un panno in micro-fibra. Se lo sporco dovesse essere più resistente, invece, si possono utilizzare spazzole morbide e/o spugne, con detersivi liquidi o detergenti neutri. Tra le cose che invece bisogna evitare di usare ci sono le spugnette in acciaio, i prodotti contenenti creme abrasive, i detersivi in polvere e l’acetone.

LAMINATO

Il laccato, materiale luminoso e disponibile in molti colori, è composto da un pannello in fibre di legno e verniciato con vernici poliesteri e poliuretaniche. La laccatura può essere opaca, lucida o metallizzata e ricopre tutta la superficie. Questa tipologia è considerata più delicata del laminato e può subire nel corso del tempo alcune variazioni cromatiche, proprio per questo la sua qualità è determinata dal tipo di vernice usato. Per garantire la durata del colore le ditte che l producono utilizzano vernici con un’ottima resistenza alla luce, ma rimane valido il consiglio di non esporre la cucina ai raggi diretti della luce solare ed effettuare sempre una corretta e ripetuta manutenzione. Per fare ciò si possono utilizzare panni morbidi e detersivi non abrasivi o più semplicemente un panno in micro-fibra. In caso di macchie ostinate su ante laccate lucide può essere utilizzato dell’alcool etilico ma purché sia molto diluito.

ok

LACCATO

Leave a comment